L’olio di CBD può migliorare la vita delle donne in menopausa? La menopausa è l’interruzione involontaria del periodo mestruale nella donna a causa di cambiamenti ormonali, di solito ciò accade in età matura, dai 45 ai 55 anni,

La menopausa comporta l’incapacità di avere figli e cambiamenti biologici che si fanno sentire rapidamente.

Realisticamente dobbiamo ammettere che il CBD non elimina il processo della menopausa, ma sicuramente, usandolo all’insorgere dei primi sintomi, riesce a ridurne una parte.

L’avvento della menopausa è anche un problema osseo. Le ovaie non producono più estrogeni, una sostanza responsabile del rafforzamento delle ossa. La perdita ossea può anche raggiungere livelli tali da parlare di osteoporosi.La debolezza è tale che la persona è molto esposta a fratture da traumi minori.

Il CBD può agire sui recettori cerebrali endocannabinoidi che stimolano la perdita ossea.

Inibizione di questi da interazione con i recettori può rallentare il loro processo degenerativo

E i cambiamenti repentini dell’umore?

Molte donne conoscono questo processo: i disturbi ormonali influiscono sull’umore, modificando repentinamente questi stati. A ciò talvolta si unisce uno stato ansiogeno, prodotto dal vedersi invecchiare, dall’incapacità di controllare il processo corporeo e di non poter tornare indietro. Invecchiare non piace a nessuno e la menopausa arriva senza che ci si possa preparare, soprattutto mentalmente.

Studi clinici hanno rivelato che l’olio CBD può cambiare gli stati di ansia, modificando le strutture cerebrali.

Funziona promuovendo livelli più elevati di anandamide e serotonina. In questo caso, anandamide riappare, ma questa volta per la sua funzione rilassante. Infatti, lo chiamano l’enzima della felicità.

E il sonno?

E’ una delle criticità più comuni: si dorme poco, oppure ci si sveglia a una certa ora e non si riesce più a riaddomentarsi. Bassi livelli di estrogeni causano l’interruzione del sonno. D’altra parte, la melatonina, chiamata anche orologio corporeo, viene alterata con l’avvento della menopausa.

In entrambi i casi CBD funziona molto bene come regolatore dell’ormone melatonina e nel complesso rilassante.

Si può convivere bene con la menopausa?

Il CBD non è una bacchetta magica, ma come spiegato sopra, aiuta il nostro corpo a viverlo meglio, riducendo alcuni sintomi.

Gli oli CBD possono essere presi anche prima dell’inizio del processo di menopausa. A causa dell’ampio spettro che comprende la modulazione di vari sintomi, non sarà mai controindicato per iniziare questo tipo di trattamenti naturali.

 

 

Riccardo Urbani

Riccardo Urbani

Produttore e redattore

Siamo un’azienda agricola biologica giovanissima, nati con una vocazione precisa: le piante sono vive, fanno bene e devono essere amate perché danno la vita alla terra.

i più venduti!

Super offerta su Canapa Light!

Nuovissime varietà e confezioni danon perdere!

Super offerta su olio CBD

Tre concentrazioni, 10%, 15% e 20%, x tutte le info clicca il pulsante!